+ 1 (707) 877-4321
+ 33 977-198-888
English
Français
Deutsch
Italiano
Español
Русский
中国
Português
日本

Portfolio Leonardo Da Vinci (419: Affreschi, Argento, Bronzo, Carboncino, Carbone Di Legna, Creta, Da Disegno, Disegno, Gesso, Inchiostro, Lapis, Lavaggio, Lavare, Matita, Metallo, Oliio, Olio, Olio Su Pannello, Olio Su Tavola, Olio Su Tela, Penna, Spazzolare, Tempera)

Spedizione gratuita. Restituzione Tutto il tempo. Vedi i dettagli.

 

  • Leonardo Da Vinci - monna lisa ( La Gioconda )
  • Leonardo Da Vinci - Dama con l ermellino
  • Leonardo Da Vinci - testa di un arruffati giovani donna
  • Leonardo Da Vinci - Annunciazone
  • Leonardo Da Vinci - L Ultima Cena
  • Leonardo Da Vinci - L ultima Cena
  • Leonardo Da Vinci - La Vergine col Bambino e Sant Anna
  • Leonardo Da Vinci - vergine di dopodomani rocce - londra
  • Leonardo Da Vinci - La Vergine col Bambino e Sant Anna
  • Leonardo Da Vinci - Madonna con lestensione Fusi ( particolare )
  • Leonardo Da Vinci - L ultima Cena
  • Leonardo Da Vinci - madonna col bambino con san . Anne
  • Leonardo Da Vinci - Ultima Cena copia
  • Leonardo Da Vinci - Annunciazone
  • Leonardo Da Vinci - Studio per la testa di leda
  • Leonardo Da Vinci - Testa femminile ( La Scapigliata )
  • Leonardo Da Vinci - L Adorazione dei Magi
  • Leonardo Da Vinci - Adorazione dei Magi
  • Leonardo Da Vinci - bird's` occhio veduta di a paesaggio
  • Leonardo Da Vinci - Cattedrale di st . Jerome
  • Leonardo Da Vinci - Teste grottesche castello di Windsor
  • Leonardo Da Vinci - San Girolamo nel deserto
  • Leonardo Da Vinci - Madonna con il garofano
  • Leonardo Da Vinci - Ritratto di Ginevra Benci
  • Leonardo Da Vinci - lannunciazione particolare
  • Leonardo Da Vinci - madonna con un fiore ( madonna benois )
  • Leonardo Da Vinci - Leda
 
Tutte le Opere D'Arte del 419 di Leonardo Da Vinci





Leonardo di ser Piero da Vinci (Vinci, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519) è stato un artista, scienziato e pittore italiano. Uomo d'ingegno e talento universale del Rinascimento italiano, incarnò in pieno lo spirito universalista della sua epoca, portandolo alle maggiori forme di espressione nei più disparati campi dell'arte e della conoscenza. Fu pittore, scultore, architetto, ingegnere, anatomista, letterato, musicista e inventore, ed è considerato uno dei più grandi geni dell'umanità.

Biografia

« Fu tanto raro e universale, che dalla natura per suo miracolo esser produtto dire si puote: la quale non solo della bellezza del corpo, che molto bene gli concedette, volse dotarlo, ma di molte rare virtù volse anchora farlo maestro. Assai valse in matematica et in prospettiva non meno, et operò di scultura, et in disegno passò di gran lunga tutti li altri. Hebbe bellissime inventioni, ma non colorì molte cose, perché si dice mai a sé medesimo avere satisfatto, et però sono tante rare le opere sue. Fu nel parlare eloquentissimo et raro sonatore di lira et fu valentissimo in tirari et in edifizi d'acque, et altri ghiribizzi, né mai co l'animo suo si quietava, ma sempre con l'ingegno fabricava cose nuove. »
 (Anonimo Gaddiano, 1542)


La giovinezza (1452–1481)

La casa natale di Leonardo ad Anchiano (frazione di Vinci)Leonardo fu figlio naturale di Caterina e del notaio ser Piero da Vinci, di cui non è noto il casato; il nonno paterno Antonio, anch'egli notaio, scrisse in un suo registro: «Nacque un mio nipote, figliolo di ser Piero mio figliolo a dì 15 aprile in sabato a ore 3 di notte . Ebbe nome Lionardo. Battizzollo prete Piero di Bartolomeo da Vinci, in presenza di Papino di Nanni, Meo di Tonino, Pier di Malvolto, Nanni di Venzo, Arigo di Giovanni Tedesco, monna Lisa di Domenico di Brettone, monna Antonia di Giuliano, monna Niccolosa del Barna, monna Maria, figliuola di Nanni di Venzo, monna Pippa di Previcone». Nel registro non è indicato il luogo di nascita di Leonardo, che si ritiene comunemente essere la casa che la famiglia di ser Piero possedeva, insieme con un podere, ad Anchiano, dove la madre di Leonardo andrà ad abitare.


Quello stesso anno il padre Piero si sposò con Albiera Amadori, dalla quale non avrà figli e Leonardo fu allevato molto presto, ma non sappiamo esattamente quando, nella casa paterna di Vinci, come attestano le note dell'anno 1457 del catasto di Vinci, ove si riporta che il detto Antonio aveva 85 anni e abitava nel popolo di Santa Croce, marito di Lucia, di anni 64, e aveva per figli Francesco e Piero, d'anni 30, sposato ad Albiera, ventunenne, e con loro convivente era «Lionardo figliuolo di detto ser Piero non legiptimo nato di lui e della Chataria al presente donna d'Achattabriga di Piero del Vacca da Vinci, d'anni 5».


Nel 1462, a dire del Vasari, il piccolo Leonardo era a Firenze con il padre Piero che avrebbe mostrato all'amico Andrea del Verrocchio alcuni disegni di tale fattura che avrebbero convinto il maestro a prendere Leonardo nella sua bottega già frequentata da futuri artisti del calibro di Botticelli, Ghirlandaio, Perugino e Lorenzo di Credi; in realtà, l'ingresso di Leonardo nella bottega del Verrocchio fu posteriore.

 Leonardo da Vinci, statua nel piazzale degli Uffizi a FirenzeLa matrigna Albiera morì molto presto e il nonno Antonio morì novantaseienne nel 1468: negli atti catastali di Vinci Leonardo, che ha 17 anni, risulta essere suo erede insieme con la nonna Lucia, il padre Piero, la nuova matrigna Francesca Lanfredini, e gli zii Francesco e Alessandra. L'anno dopo la famiglia del padre, divenuto notaio della Signoria fiorentina, insieme con quella del fratello Francesco, che era iscritto nell'Arte della seta, risulta domiciliata in una casa fiorentina, abbattuta già nel Cinquecento, nell'attuale via dei Gondi. Nel 1469 o 1470 Leonardo fu apprendista nella bottega di Verrocchio.

Nella Compagnia dei pittori fiorentini di San Luca Leonardo fu menzionato per la prima volta nel 1472: «Lyonardo di ser Piero da Vinci dipintore de' dare per tutto giugnio 1472 sol. sei per la gratia fatta di ogni suo debito avessi coll'Arte per insino a dì primo di luglio 1472  e de' dare per tutto novembre 1472 sol. 5 per la sua posta fatta a dì 18 octobre 1472»


Il 5 agosto 1473 Leonardo data la sua prima opera certa, il disegno con una veduta a volo d'uccello della valle dell'Arno, oggi agli Uffizi. Intorno a quest'anno dovrebbe essere datato anche l'angelo, in primo piano a destra, e il paesaggio del Battesimo di Cristo degli Uffizi; il complesso dell'opera è stato attribuito a Botticini, a Verrocchio e a Botticelli.

Proviene dalla bottega del Verrocchio la contemporanea Annunciazione degli Uffizi, ma sulla sua paternità – se pure può considerarsi di unica mano – la critica si è divisa fra i nomi degli allievi Leonardo e Domenico Ghirlandaio. Ma l'Angelo annunciante appare prossimo alla fattura dell'angelo del Battesimo ed esistono due disegni certi di Leonardo, uno Studio di braccio alla Christ Church di Oxford e uno Studio di drappeggio al Louvre che fanno preciso riferimento, rispettivamente, all'arcangelo e alla Vergine: se vi è nel dipinto semplificazione e convenzionalità di composizione, queste possono ben essere attribuite alla relativa inesperienza e alla necessità di concludere, esigenza lontana dal suo spirito, un'opera della quale non poteva attribuirsi la piena responsabilità.


Dal 1474 al 1478 risalgono il Ritratto di donna di Washington, identificata con Ginevra Benci - così si spiega il ginepro dipinto alle sue spalle - nata nel 1457 e andata sposa il 15 gennaio 1474 a Luigi di Bernardo di Lapo Nicolini, e la Madonna Benois di San Pietroburgo, opera che il Bocchi, nel 1591, menzionava nella casa fiorentina di Matteo e Giovanni Botti, «tavoletta colorita a olio di mano di Leonardo da Vinci, di eccessiva bellezza, dove è dipinta una Madonna con sommo artifizio et con estrema diligenza; la figura di Cristo, che è bambino, è bella a maraviglia: si vede in quello un alzar del volto singolare et mirabile lavorato nella difficultà dell'attitudine con felice agevolezza», descrizione che potrebbe riferirsi anche alla Madonna del garofano di Monaco di Baviera, che per l'originalità compositiva e la ricerca del rilievo appare svincolata da ogni influsso della bottega del Verrocchio.


 Madonna del garofano, particolare, ca 1478, Monaco di Baviera, Alte PinakothekL'8 aprile 1476 venne presentata una denuncia anonima contro diverse persone, tra le quali Leonardo, per sodomia consumata verso il diciassettenne Jacopo Saltarelli. Anche se nella Firenze dell'epoca c'era una certa tolleranza verso l'omosessualità, la pena prevista in questi casi era severissima, addirittura il rogo. Oltre a Leonardo, tra gli altri inquisiti vi erano Bartolomeo di Pasquino e soprattutto Leonardo Tornabuoni, giovane rampollo della potentissima famiglia fiorentina dei Tornabuoni, imparentata con i Medici. Secondo certi studiosi fu proprio il coinvolgimento di quest'ultimo che avrebbe giocato a favore degli accusati. Il 7 giugno, l'accusa venne archiviata e gli imputati furono tutti assolti "cum conditione ut retumburentur", salvo che non vi siano altre denunce in merito.


Ormai pittore indipendente, il 10 gennaio 1478 ricevette il primo incarico pubblico, una pala per la cappella di San Bernardo nel palazzo della Signoria; incassò dai Priori 25 fiorini ma forse non iniziò nemmeno il lavoro, affidato allora nel 1483 a Domenico Ghirlandaio e poi a Filippino Lippi, che lo completò nel 1485; quello stesso anno scrive di aver cominciato due dipinti della Vergine, uno dei quali si pensa possa essere la Madonna Benois.


Ancora al 1478 è datata la piccola Annunciazione del Louvre, probabilmente parte della predella della Madonna con Bambino e santi di Lorenzo di Credi del Duomo di Pistoia, che avrebbe compreso anche la Nascita del Bambino del Perugino, ora all'Art Gallery di Liverpool e il San Donato e il gabelliere dello stesso Lorenzo, ora all'Art Museum di Worcester. L'unità di composizione, la coerenza e l'individualità della piccola tavola, posteriore ma lontana dall'Annunciazione di Firenze, ne confermano l'attribuzione concorde a Leonardo. Intanto, almeno dal 1479 non viveva più nella famiglia del padre Piero, come attesta un documento del catasto fiorentino.


Un disegno di impiccato, con annotazioni, conservato al Musée Bonnat di Bayonne, viene collegato all'impiccagione, avvenuta a Firenze il 29 dicembre 1479, di Bernardo Bandini, sicario di Giuliano de' Medici. Nel 1480, secondo l'Anonimo Gaddiano, Leonardo «stette col Magnifico Lorenzo et, dandoli provisione per sé, il faceva lavorare nel giardino sulla piazza di San Marco a Firenze»: l'acquisto del terreno da parte di Lorenzo fu di quell'anno e pertanto Leonardo dovette eseguirvi lavori di scultura e restauro.


 Annunciazione, ca 1478, LouvreSe dell'incompiuto San Gerolamo della Pinacoteca Vaticana non si ha nessuna testimonianza documentaria, dell'Adorazione dei Magi, ora agli Uffizi, si sa che gli fu commissionata nel marzo 1481 dai monaci di San Donato a Scopeto, come pala dell'altare maggiore, da compiere entro trenta mesi; ma Leonardo non la consegnò mai e fu sostituita con un dipinto dello stesso soggetto, opera di Filippino Lippi.


L'opera, rimasta allo stato di abbozzo, in giallolino e bistro, fu lasciata da Leonardo, in partenza per Milano, all'amico Amerigo Benci, il padre di Ginevra, nel 1482. In essa «nulla rimane dell'Epifania tradizionale, e ai pastori e ai re è sostituita la più vasta moltitudine delle mani, dei volti intensamente caratterizzati, dei panni guizzanti da un lato fuori dalle ombre della siepe umana, succhiati dall'altro da un sospeso pulviscolo luminoso. Non sono magi, non sono guardiani d'armenti: sono le creature viventi, tutte le creature con la fede e col dubbio, con le passioni e con le rinunce della vita, aureolate dalla luce creatrice di questo capolavoro in cui il colore non avrebbe luogo» (Angela Ottino).

 
[Biography - Leonardo Da Vinci - 13Ko]
Leonardo DA VINCI (b. 1452, Vinci, Republic of Florence [now in Italy]--d. May 2, 1519, Cloux, Fr.), Italian painter, draftsman, sculptor, architect, and engineer whose genius, perhaps more than that of any other figure, epitomized the Renaissance humanist ideal. His Last Supper (1495-97) and Mona Lisa (1503-06) are among the most widely popular an...
[Biography - Leonardo Da Vinci - 5Ko]
No one was more of a ‘Renaissance man’ than Leonardo Da Vinci. There was virtually nothing that Da Vinci wasn’t versed in. He was a painter as well as a sculptor. He created plans for various inventions centuries before their times, such as helicopters and submarines. He was interested in the human body and made notes on anatomy. He was skilled wit...
[Page - Leonardo Da Vinci - 4Ko]
Leonardo di ser Piero da Vinci pronunciation (help·info), April 15, 1452 – May 2, 1519) was an Italian polymath, scientist, mathematician, engineer, inventor, anatomist, painter, sculptor, architect, botanist, musician and writer. Leonardo has often been described as the archetype of the Renaissance man, a man whose unquenchable curiosity was equal...
[Page - Leonardo Da Vinci - 22Ko]
Biographie en résumé Peintre, sculpteur, ingénieur et architecte italien (1452-1519) "Ce grand artiste nous ramène à la Renaissance. Son nom a sa place dans l'histoire de la philosophie parce que c'est dans les aphorismes extraits de ses manuscrits posthumes que se trouve la première formule claire sur le principe et la méthode des sciences exactes...
[Biography - Leonardo Da Vinci - 6Ko]
Seconde partie de l'article de Gabriel Séailles sur «Léonard de Vinci». Comment la démarche scientifique de Léonard anticipe celles de Bacon et de Descartes: «L'expérience ne trompe jamais, ce sont nos jugements seuls qui nous trompent.». Ses nombreuses contributions au développement de sciences aussi diverses que la mécanique, la géologie et l'ana...
[Page - Leonardo Da Vinci - 15Ko]
Les manuscrits de Léonard contiennent en germe les fondements de la science expérimentale dont les principes ne seront formulés qu'un siècle plus tard par Galilée et Bacon. Léonard de Vinci, précurseur de la science moderne Ce grand artiste nous ramène à la Renaissance. Son nom a sa place dans l'Histoire de la philosophie parce que c'est dans les a...
[Page - Leonardo Da Vinci - 9Ko]
Première partie de l'article de Gabriel Séailles sur «Léonard de Vinci». Pour l'auteur, chez Léonard, l'artiste et le savant ne font qu'un. Son immense curiosité et ses facultés d'analyse servent à l'artiste à égaler la vie, à recréer sur la toile des êtres individuels, vrais, mais fondus dans un tout harmonieux grâce à son génie de l'organisation ...
[Page - Leonardo Da Vinci - 22Ko]
Leonardo da Vinci (* 15. April 1452 in Anchiano bei Vinci &dagger 2. Mai 1519 auf Schloss Clos Lucé, Amboise, eigentlich: Leonardo di ser Piero, toskanisch auch Lionardo) war Maler, Bildhauer, Architekt, Anatom, Mechaniker, Ingenieur und Naturphilosoph. Sein Namenszusatz &bdquo da Vinci“ ist kein Familienname, sondern bedeutet aus Vinci. Der Gebu...
[Biography - Leonardo Da Vinci - 15Ko]
Leonardo di Ser Piero da Vinci (Anchiano, Italia, 15 de abril de 1452 - Castillo de Clos-Lucé, Francia, 2 de mayo de 1519) fue un arquitecto, escultor, pintor, inventor, músico, ingeniero y el hombre del Renacimiento por excelencia. Humanista de primera línea, está ampliamente considerado como uno de los más grandes pintores de todos los tiempos y ...
[Biography - Leonardo Da Vinci - 10Ko]
-- -- -- -- -- -