+ 1 (707) 877-4321
+ 33 977-198-888
English
Français
Deutsch
Italiano
Español
Русский
中国
Português
日本

Portfolio Jan Vermeer (188: Olio, Olio Sopra Tela Di Canapa, Olio Su Tavola, Olio Su Tela)

Spedizione gratuita. Restituzione Tutto il tempo. Vedi i dettagli.

 

  • Jan Vermeer - La ragazza con l orecchino di perla
  • Jan Vermeer - L Astronomo
  • Jan Vermeer - larte di pittura
  • Jan Vermeer - il vetro di vino
  • Jan Vermeer - La lattaia
  • Jan Vermeer - ragazza leggere a lettera a un aperto finestra
  • Jan Vermeer - Allegoria della Fede
  • Jan Vermeer - veduta di Maiolica di delft
  • Jan Vermeer - la lattaia [ c . 1658-60 ]
  • Jan Vermeer - Vista sul Delft
  • Jan Vermeer - lady scrittura di una lettera con la sua cameriera [ c . 1670 ]
  • Jan Vermeer - Il geografo
  • Jan Vermeer - Street a Delfi
  • Jan Vermeer - soldato e le Un ridere piccola
  • Jan Vermeer - signora seduti tuttal più un Verginale
  • Jan Vermeer - soldato e le Un ridere piccola
  • Jan Vermeer - Lezione di musica
  • Jan Vermeer - ragazza con il rosso cappello
  • Jan Vermeer - donna blu leggere un lettera
  • Jan Vermeer - piccola Addormentato tuttal più Un tavolo
  • Jan Vermeer - La Mezzana
  • Jan Vermeer - Lezione di musica
  • Jan Vermeer - Il geografo
  • Jan Vermeer - Diana e le sue compagne
  • Jan Vermeer - signora scrittura Un lettera
  • Jan Vermeer - Ragazza con un flauto
  • Jan Vermeer - donna con a acqua brocca
  • Jan Vermeer - Cristo nel Casa di Martha e maria
  • Jan Vermeer - Soldier ridere ragazza
 
Tutte le Opere D'Arte del 188 di Jan Vermeer






Johannes Vermeer o Jan Vermeer /jɑn vɛr'meˑɪ̯r/, (Delft, 31 ottobre 1632 – Delft, 15 dicembre 1675) è stato un pittore olandese.

Della vita di Vermeer si conosce molto poco: le uniche fonti sono alcuni registri, pochi documenti ufficiali e commenti di altri artisti. La data di nascita non si conosce con precisione, si sa solamente che venne battezzato il 31 ottobre 1632, nella chiesa protestante di Delft. Il padre Reynier era un tessitore di seta della classe media, che si occupava anche di commercio di opere d'arte. La madre Digna era di Anversa: sposò Reynier Vermeer nel 1615. Nel 1641 la famiglia acquistò una locanda, la Mechelen, dal nome di una famosa torre del Belgio, che si trovava nei pressi della piazza del mercato. Reynier affiancò al mestiere di mercante d'arte quello di locandiere. Dopo la morte del padre, nel 1652, Joannes ereditò sia la locanda che gli affari commerciali del padre.

Nonostante fosse di famiglia protestante, sposò una giovane cattolica, Catherina Bolnes, nell'aprile del 1653. Fu un matrimonio sfortunato: oltre alle differenze religiose, la famiglia della donna era più ricca di quella di Vermeer. Sembra che egli stesso si fosse convertito prima del matrimonio, poiché i figli ebbero nomi di santi cattolici piuttosto che dei suoi genitori: inoltre, uno dei suoi dipinti, l'Allegoria della fede, rispecchia la fede nell'Eucaristia, ma non si sa se si riferisca a quella dell'artista o del committente.

Qualche tempo dopo le nozze, la coppia si trasferì dalla madre di Catherina, Maria Thins, una vedova benestante, che viveva nel quartiere cattolico della città: qui Vermeer avrebbe vissuto con la famiglia per tutta la vita. Maria ebbe un ruolo fondamentale nella vita del pittore: non solo la prima nipote venne chiamata con il suo stesso nome, ma anche usò la propria rendita per sostenere il genero che cercava di imporsi nel mondo dell'arte. Johannes e la moglie ebbero in tutto quattordici figli, tre dei quali morirono prima del padre.

Il suo apprendistato cominciò nel 1647, forse presso Carel Fabritius. Il 29 dicembre 1653, Vermeer divenne membro della Gilda di San Luca. Dai registri di questa associazione di pittori si sa che l'artista non era in grado di pagare la quota di ammissione, il che sembrerebbe indicare difficoltà finanziarie. Successivamente la situazione migliorò: Pieter Van Ruijven, uno dei più ricchi cittadini, divenne il suo mecenate e acquistò suoi numerosi dipinti.

Nel 1662 Vermeer venne eletto capo della Gilda e confermato anche negli anni successivi, segno che era considerato un rispettabile cittadino. Tuttavia, nel 1672 una pesante crisi finanziaria, provocata dall'invasione francese della Repubblica Olandese, provocò un crollo delle richieste di beni di lusso come i dipinti e, di conseguenza, gli affari di Vermeer come artista e mercante ne risentirono, costringendolo a chiedere dei prestiti.

Alla sua morte nel 1675, Vermeer lasciò alla moglie e ai figli poco denaro e numerosi debiti. In un documento, la moglie attribuisce la morte del marito allo stress dovuto ai problemi economici. Catherina chiese al Consiglio cittadino di prendere la casa e i dipinti del marito come pagamento dei debiti: diciannove opere rimasero a Catherina e Maria, e di queste, alcune furono vendute per pagare i creditori.

Vermeer era in grado di ottenere colori trasparenti applicando sulle tele il colore a punti piccoli e ravvicinati, tecnica nota come pointillé, da non confondere con il pointillisme. La sua tecnica punta ad una resa il più vivida possibile, con effetti, soprattutto di colore, che egli ricerca con un interesse quasi scientifico, considerando il soggetto una sorta di espediente: "le pitture di Vermeer sono vere nature morte con esseri umani".

Non ci sono disegni attribuibili con certezza all'artista e i suoi quadri presentano pochi indizi dei suoi metodi preparatori.

Nel libro Il segreto svelato, il noto pittore inglese David Hockney, rifacendosi ai numerosi studi sull'utilizzo di strumenti ottici nella Pittura fiamminga, sostiene che Vermeer, come molti altri pittori della sua epoca, facesse largo uso della camera oscura per definire l'esatta fisionomia dei personaggi raffigurati e la precisa posizione degli oggetti nella composizione dei dipinti. Secondo la "tesi Hockney-Falco" (dal nome del pittore inglese e del fisico americano Charles M. Falco, che l'hanno resa celebre), l'utilizzo di questo strumento ottico giustificherebbe ampiamente la mancanza di disegni preparatori precedenti ai dipinti di straordinaria precisione "fotografica" e fisiognomica di molti artisti fiamminghi, come Van Eyck, e successivamente di epoca barocca, come Caravaggio o Velasquez, ed appunto dello stesso artista olandese. Ma soprattutto, secondo tale tesi, l'uso della "camera oscura" spiegherebbe anche alcuni dei sorprendenti effetti di luce dei quadri di Vermeer, in particolare i curiosi effetti "fuori fuoco" che si riscontrano in taluni dei sui capolavori, dove alcuni particolari sono perfettamente a fuoco ed altri no, con un tipico effetto riscontrabile nella moderna tecnica fotografica.

L'estrema vividezza e qualità dei colori nei dipinti di Vermeer, tutt'ora riscontrabile, è dovuta alla grande cura posta dall'artista nella preparazione dei colori ad olio e nell'estrema ricercatezza dei migliori pigmenti rintracciabili all'epoca. Esempio di tale qualità è il largo uso che Vermeer fece del costosissimo blu oltremare, ottenuto dal lapislazzuli, utilizzato in tutti i suoi dipinti non solo in purezza, ma anche per ottenere sfumature di colore intermedie. Non rinunciò ad usare questo pigmento dal costo proibitivo anche negli anni in cui versava in pessime condizioni economiche.

Nelle sue opere è dunque presente una eccezionale unità atmosferica. "La vita silenziosa delle cose appare riflessa entro uno specchio terso; dal diffondersi della luce negli interni attraverso finestre socchiuse, dal gioco dei riflessi, dagli effetti di trasparenze, di penombre, di controluce..."

Nota e controversa è la proliferazione sui mercati d’arte di inizio '900 di falsi dipinti di Vermeer, dovuti ad uno dei più noti falsari del secolo scorso, l'olandese Han van Meegeren. Questo abilissimo falsario, utilizzando le stesse tecniche pittoriche dell'artista, creò numerosi dipinti con composizioni del tutto originali riuscendo a spacciarli come opere autentiche di Vermeer, tanto che molti famosi collezionisti ed alcuni dei più importanti musei d'Europa acquisirono questi dipinti nelle proprie collezioni.

Questo eclatante fenomeno fu certamente facilitato dalla curiosa mancanza di fonti documentali e di studi approfonditi dell’opera e della figura dell’artista olandese, che fino a metà Ottocento versava in un anomalo oblio, che aveva fatto perdere quasi traccia della vicenda artistica del pittore. Infatti, la moderna fortuna critica di Vermeer ha inizio solo con l’attenzione postagli quasi a fine Ottocento dello studioso francese Théophile Thoré-Bürger. Da questo punto in poi, la sua figura sarà sottoposta a costanti e crescenti attenzioni critiche e pubbliche, fino ad acquisire l’attuale fama internazionale.

Di seguito le opere più note del pittore:

 

 

[Biography - Jan Vermeer - 8Ko]
Johannes, Jan or Johan Vermeer (baptized on 31 October 1632 as Johannis, and buried in the same city under the name Jan on 16 December 1675) was a Dutch Baroque painter who specialized in exquisite, domestic interior scenes of middle class life. Vermeer was a moderately successful provincial genre painter in his lifetime. He seems never to have bee...
[Biography - Jan Vermeer - 9Ko]
A very intriguing figure was Jan Vermeer. Besides being a painting, Vermeer was also an art dealer and inn keeper. Eventually Vermeer entered the painters guild of Delft where he lived. Instead of seeking great fame, an international clientel base and many admirers, Vermeer painted mostly for only patrons who were local to the area. Indeed, there a...
[Page - Jan Vermeer - 4Ko]
Johannes ou Jan Vermeer (baptisé à Delft, le 31 octobre 1632 - enterré dans cette même ville, le 15 décembre 1675) est un peintre baroque néerlandais (Provinces-Unies) parmi les plus célèbres du siècle d’or. Il réalisa surtout, dans un style raffiné, des peintures de genre, principalement des intérieurs montrant des scènes de la vie domestique. La ...
[Biography - Jan Vermeer - 1Ko]
Jan Vermeer van Delft (getauft 31. Oktober 1632 in Delft begraben 15. Dezember 1675 in Delft zeitgenössisch: Joannis ver Meer, Joannis van der Meer) ist einer der bekanntesten holländischen Maler des Barock. Er wirkte in der Epoche des Goldenen Zeitalters der Niederlande, in der das Land eine politische, wirtschaftliche und kulturelle Blütezeit e...
[Biography - Jan Vermeer - 16Ko]
Johannes Vermeer van Delft (bautizado en Delft, el 31 de octubre de 1632 - id. 15 de diciembre de 1675), llamado por sus contemporáneos Joannis ver Meer o Joannis van der Meer e incluso Jan ver Meer, es uno de los pintores neerlandeses más reconocidos del arte Barroco. Vivió durante la llamada Edad de Oro neerlandesa, en la cual las Provincias Unid...
[Biography - Jan Vermeer - 17Ko]
Ян Верме́ер (Верме́ер Де́льфтский, нидерл. Jan Vermeer van Delft, МФА: [ˈjɑn vərˈmeːr] 1632-1675) - нидерландский художник, мастер бытовой живописи и жанрового портрета. Наряду с Рембрандтом и Франсом Халсом является одним из величайших живописцев золотого века голландского искусства. В русской искусствоведческой традиции более распространённым ва...
[Biography - Jan Vermeer - 7Ko]
弗美尔(Jan Vermeer即“扬· 弗美尔”(Vermeer荷兰语读音: [vərˈmɪər]),或Johannes Vermeer即“约翰尼斯· 弗美尔”,1632年10月31日-1675年12月15日)17世紀荷蘭畫家。他一生都工作生活在荷蘭陶都代尔夫特(Delft)。他有時也被稱為代尔夫特的弗美尔(Vermeer of Delft),或者约翰尼斯· 范· 德梅爾(Johannes Van der Meer)。與林布蘭一樣,弗美尔被稱為荷蘭黃金時代最偉大的畫家,他們的作品中都有著透明的顏色、嚴謹的構圖、以及對光影的巧妙運用。 xd 弗美尔精細地描寫一個限定的空間,優美地表現出物體本身的光影效果、人物的真實感與質感。 1632年弗美尔生於...
[Biography - Jan Vermeer - 3Ko]
Johannes Vermeer (Delft, 31 de Outubro de 1632 - Delft, 15 de Dezembro de 1675) foi um pintor holandês, que também é conhecido como Vermeer de Delft ou Johannes van der Meer. Vermeer viveu toda a sua vida na sua terra natal, onde está sepultado na Igreja Velha (Oude Kerk) de Delft. é o segundo pintor holandês mais famoso e importante do século XVII...
[Biography - Jan Vermeer - 4Ko]
-- -- -- -- -- -